CISAS

Servizio Minori / Disabili

Responsabile: Dott.ssa Ferrara Luisa

contatto e-mail:   ssacastelletto@libero.it

 

Servizio Minori

Responsabile: Surace Teresa

Telefono 0331 973943 - 0331 973845 - Fax 0331 973943

 
Servizio Disabili

Responsabile: Dott.ssa Ferrara Luisa

Telefono 0331 973943 - 0331 973845 - Fax 0331 973943

 

Denominazione

Comuni Convenzionati ex U.S.S.L. 53 capofila Castelletto Sopra Ticino

Indirizzo Comune capofila (Ente Gestore)

P.zza F.lli Cervi - 211053 Castelletto Sopra Ticino

Telefono e Fax

Tel Ufficio Amministrativo 0331/973943 - 0331/973845

Tel. Ufficio Minori 0331/938803

FAX 0331/973943

E-Mail info@cisasservizi.it


A.S.L. di riferimento  N. 13 di Novara

 

Elenco Comuni Convenzionati Bellinzago No.se, Borgo Ticino, Castelletto Sopra Ticino, Comignago, Divignano, Lesa, Marano Ticino, Massino Visconti, Meina, Mezzomerico, Nebbiuno, Oleggio, Paruzzaro, Pisano, Pombia, Varallo Pombia



Popolazione al 31.12.2000 53.551

Durata della Convenzione

1.1.1998 - 31.12.2002

 

Organo di indirizzo e programmatorio

Conferenza dei Sindaci

 

Presidente della Conferenza dei Sindaci

Sindaco protempore Comune di Castelletto Sopra Ticino

 

Direttore Socio Assistenziale della Convenzione

Dott.ssa Luisa FERRARA



Funzioni delegate

Tutte quelle previste dalla L.R. 62/1995 s.m.i.
a) assistenza economica;
b) assistenza domiciliare;
c) assistenza socio educativa territoriale;
d) assistenza alla persona disabile ex art. 9 L. n. 104/1992;
e) affidamenti presso famiglie, persone singole o comunità di tipo familiare;
f) interventi per minori e incapaci nell'ambito dei rapporti con l'Autorità Giudiziaria;
g) inserimenti in centri diurni socio assistenziali;

Dal 08/11/2000 si fa anche riferimento alla normativa Nazionale L. 328/2000, "legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali".

 

SERVIZI DI BASE NELLE SEDI DEI COMUNI CONVENZIONATI

 

DESTINATARI: tutti i cittadini residenti nei Comuni Convenzionati.

MODALITA' DI ACCESSO AI SERVIZI: rivolgendosi all'Assistente Sociale competente per territorio.



Segretariato Sociale (Primo Ascolto)

Svolge le funzioni di :Informazioni ai cittadini sui servizi e sulle prestazioni socio assistenziali attivate sul territorio.

Opera per garantire ai cittadini il diritto alle prestazioni sociali, fornendo adeguato supporto per la presentazione delle richieste di accesso ai servizi, ottimizzando il rapporto tra cittadini e istituzioni.


Servizio Sociale Professionale

E' un servizio di stretta pertinenza dell'Assistente Sociale, comprende una serie di prestazioni che hanno lo scopo di definire, una volta individuate le potenzialità possedute dalla persona e dalla sua rete familiare e relazionale, un progetto di intervento adeguato alle singole situazioni di bisogno.

 

Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.)

Ha lo scopo di favorire un intervento di sostegno all'autonomia della persona, per tutte le condizioni e le fasce di età in cui si verifichi la necessità di prestazioni. Fornisce interventi di supporto per il mantenimento dell'igiene personale e dell'abitazione, di preparazione dei pasti, di accompagnamento nel disbrigo delle piccole pratiche quotidiane, di stimolo per la socializzazione, il tutto sulla base di una progettazione individualizzata.

 

Assistenza economica

Viene attivata sulla base di un progetto individualizzato al fine di raggiungere un sufficiente livello di autonomia personale o per superare momenti di difficoltà personale.

 

Inserimenti in struttura residenziale o semiresidenziale

E' rivolto a coloro che per problemi di carattere psicofisico, familiare o sociale in genere, non possono più restare al proprio domicilio e per i quali si rende necessario un inserimento presso una struttura residenziale o semiresidenziale.

Sono previsti interventi di ricovero temporaneo per determinate esigenze.

 

Interventi di tutela e curatela

Il Servizio può segnalare all'Autorità Giudiziaria situazioni che richiedono una tutela di tipo legale, oppure informare i cittadini interessati sulle prassi da espletare in tale materia.

 
SERVIZI ALLE PERSONE IN SITUAZIONE DI DISABILITA'

 

DESTINATARI: Il servizio è rivolto alle persone disabili che abbiano terminato la scuola dell'obbligo, con una disabilità psico fisica medio grave, di età compresa tra i 15/50 anni.

MODALITA' DI ACCESSO AI SERVIZI: rivolgendosi all'Assistente Sociale competente per territorio.

 

Il servizio offre:

- Attività assistenziali, educative, riabilitative individuali e di gruppo.

- Attività di socializzazione interne ed esterne.

- Mensa.

- Trasporto.

- Sostegno alle famiglie.


Servizi di semiresidenzialità

- Gestione diretta Centro diurno socio terapeutico riabilitativo Oleggio

- Gestione diretta Centro addestramento disabili Territoriale.

 

Il servizio prevede la messa a punto di progetti individualizzati per ciascun soggetto, sulla base delle verifiche relative alle competenze e alle difficoltà presenti nel soggetto stesso.

A partire da questi progetti vengono attivati laboratori ed Ateliers specifici il più possibile adeguati alle necessità che si sono evidenziate nelle analisi individuali.

I soggetti vengono quindi guidati in un percorso individualizzato articolato, aperto e realizzato in diversi spazi ed attività.

Tale organizzazione permette di sviluppare capacità di adattamento e di non limitare l'esperienza in un unico luogo e sviluppare integrazione sociale.

Si accede al servizio, tramite domanda da presentare all'Assistente Sociale del Territorio.


Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.)

Ha lo scopo di favorire un intervento di sostegno all'autonomia della persona, per tutte le condizioni e le fasce di età in cui si verifichi la necessità di prestazioni.

Fornisce interventi di supporto per il mantenimento dell'igiene personale e dell'abitazione, di preparazione dei pasti, di accompagnamento nel disbrigo delle piccole pratiche quotidiane, di stimolo per la socializzazione, il tutto sulla base di una progettazione individualizzata.


Servizio per l'inserimento lavorativo ed occupazionale (S.I.L.O.H.)

Inserimento lavorativo, anche a tempo parziale, di persone disabili nel mondo del lavoro, con possibilità di:

- Tirocinio lavorativo.

- Inserimento lavorativo protetto.

- Inserimento lavorativo pilotato.

- Sostegno alla ricerca lavorativa.

- Sostegno all'assunzione.


Interventi per la formazione professionale in sinergia con i Centri di formazione professionale del territorio

Corsi pre-lavorativi per soggetti disabili, in collaborazione con altri Enti del territorio.

Progettazione e realizzazione di stage lavorativi, al fine di permettere a ciascun soggetto di sperimentarsi in un lavoro il più possibile adeguato alle sue capacità.

Attività di tirocinio a fine corso, presso cooperative sociali di tipo B o in collaborazione con il servizio C.A.D.


Inserimenti in strutture residenziali ed eventuale integrazione retta

Rivolto a disabili impossibilitati a rimanere al proprio domicilio, con necessità di assistenza residenziale.

L'inserimento avviene dopo predisposizione di un progetto individualizzato e positiva valutazione in sede di UVH (Unità di Valutazione Handicap).

 
SERVIZIO PER MINORI E PER FAMIGLIE CON MINORI

 

DESTINATARI: tutte le famiglie e i minori residenti nei Comuni dell'Associazione.

MODALITA' DI ACCESSO AI SERVIZI: in modo diretto rivolgendosi all'Assistente sociale competente per territorio, in modo indiretto su segnalazione di altre agenzie es. (scuola, tribunale ecc.).

Il Servizio offre consulenza e sostegno al nucleo familiare in difficoltà attraverso il procedimento metodologico del servizio sociale, con la predisposizione di un progetto condiviso di intervento.

 

Interventi per minori nell'ambito dell'Autorità Giudiziaria

- Segnalazione dell'Autorità Giudiziaria.

- Segnalazione da parte dei Servizi Sociali All'Autorità Giudiziaria.

- Tutela e assistenza al minore in situazioni pregiudizievoli, con eventuale collocazione in contesto alternativo alla famiglia naturale.

- Indagini sociali in ambito civile, inchieste penali sui minori.


Assistenza socio educativa territoriale

Interventi di sostegno alla famiglia, in particolare in presenza di minori, anche per la promozione della corresponsabilità genitoriale, o ai singoli soggetti a rischio di emarginazione , attraverso attività di tipo educativo, culturale, ricreativo, mirante all'inserimento ed all'integrazione nella società.


Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.)

Ha lo scopo di favorire un intervento di sostegno all'autonomia della persona, per tutte le condizioni e le fasce di età in cui si verifichi la necessità di prestazioni.

Fornisce interventi di supporto per il mantenimento dell'igiene personale e dell'abitazione, di preparazione dei pasti, di accompagnamento nel disbrigo delle piccole pratiche quotidiane, di stimolo per la socializzazione, il tutto sulla base di una progettazione individualizzata.


Affidamenti di minori presso famiglie o persone singole

Regolamentato dalla L. 184/83, modificata dalla 149/2001, prevedono che un minore temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo possa essere affidato ad un'altra famiglia o a una persona singola o, in subordine, ad una struttura residenziale. L'affidamento è disposto dal Servizio Socio Assistenziale e può essere avviato con il consenso degli esercenti la potestà parentale (affidamento consensuale), oppure, in caso di mancanza di assenso, su provvedimento del Tribunale per i Minorenni (affidamento non consensuale). Il significato dell'affidamento è quello di creare le condizioni per il recupero della famiglia d'origine ed il conseguente rientro del minore: è, pertanto, caratterizzato da temporaneità e dal mantenimento dei rapporti con la stessa famiglia d'origine, laddove possibile.


Inserimenti in Comunità

Intervento a breve termine di tutela del minore, attraverso l'inserimento in strutture residenziali (possibilmente di tipo familiare) per rispondere a situazioni di emergenza, sulla base di un progetto individualizzato c/o su mandato del Tribunale per i Minori.


Adozione nazionali e internazionali

Ha lo scopo di dare una famiglia a minori in stato di abbandono.

L'adottato è legalmente equiparato ad un figlio naturale.

Per la presentazione della domanda da parte delle coppie interessate occorrono tre anni di matrimonio, oppure in alternativa, tre anni comprensivi di matrimonio e comprovata convivenza.

Il Servizio organizza corsi di informazione e preparazione per le coppie aspiranti all'adozione Nazionale ed Internazionale, inoltre svolge le indagini sociali, previste per legge e l'accompagnamento della coppia nel percorso adottivo.

 

SERVIZI DELL'ENTE GESTORE CHE INTERAGISCONO CON I SERVIZI SANITARI


Commissione di Vigilanza

Commissione ASL composta da personale con diverse professionalità sia sanitarie che socio assistenziali per consentire una valutazione complessiva del funzionamento dei presidi vigilati. (strutture residenziali e semiresidenziali di vario tipo presenti sul territorio).


Unità di Valutazione Geriatrica

Composta da operatori sanitari e socio assistenziali con il compito di selezionare e valutare le domande con un approccio multidimensionale al caso, accertando il bisogno dell'anziano e le sue condizioni socio-sanitarie, orientando l'utente verso uno dei servizi residenziali convenzionati, dopo aver constatato l'impossibilità di permanenza al proprio domicilio.


Unità di Valutazione Handicap Minorenni

Composta da operatori socio sanitari, interviene a seguito di una domanda per valutare la necessità di un inserimento in una struttura socio educativa.


Unità di Valutazione Handicap Maggiorenni

Composta da operatori socio sanitari, interviene a seguito di una domanda per valutare la necessità di un inserimento in una struttura socio educativa.


Commissione per l'accertamento dell'Handicap

Prevista dall'art. 4 della L. n. 104/1992, prevede l'accertamento delle disabilità del soggetto. Équipe multidisciplinare casi di abuso sessuale e maltrattamento di minori. Attivata su indicazioni della Regione presso ogni A.S.L., ha la funzione di consulenza agli operatori per la segnalazione, validazione ed eventuale trattamento dei casi di abuso e maltrattamento.

 

AREA SVILUPPO ED INNOVAZIONE ANNO 2000-2003

 

Si fa riferimento a tutta la progettualità nel campo della promozione e partecipazione ai processi di crescita della comunità , in coerenza ed in linea con le indicazioni della L.328/2000 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali".



Progetti Area Centrale

- Progetto Sistema Informatico

Progetti Area Disabili

LEGGE 05 febbraio 1992, n.104

- Anch'io voglio lavorare

- Sperimentiamo la casa

- Natura e Tecnologia in Sinergia per l'Inserimento lavorativo

- Anch'io voglio lavorare due

 

LEGGE 21 maggio 1998, n. 162

- Domiciliarità ed Integrazione

- Domiciliarità ed integrazione due

 

Clicca qui per visualizzare la modifica allo statuto approvato con D.C.C. N. 51/2013


Comune di Castelletto Sopra Ticino - Piazza Fratelli Cervi 5 - CAP 28053 - Codice Fiscale 00212680037
Tel 0331 971901 - Fax 0331 962277 - ufficiosegreteria(at)comune.castellettosopraticino.no.it
POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA castellettosopraticino@pec.it

Statistiche | Webmail | Privacy | Note Legali | Area Riservata | Crediti

Valid XHTML 1.0 Transitional